3 consigli per pulire la tenda

Sapete come prendervi cura della vostra tenda?

Se avete investito del denaro in una tenda, volete farla durare nel tempo.   Dopo tutto, le tende migliori non sono economiche.    E volete ottenere il meglio dal vostro riparo: vi affidate ad esso per tenervi al caldo e all’asciutto.

Ecco 3 semplici consigli che vi aiuteranno a prendervi cura della vostra tenda, indipendentemente dalle dimensioni o dalla forma, costosa o d’occasione.

Suggerimento 1: Trovate un buon sito per montare la tenda

Per prima cosa, cercate sempre di montare la tenda in campeggi consolidati.     In questo modo si riduce l’impatto sull’ambiente e si minimizzano i principi del “Leave No Trace”.

“I buoni campeggi si trovano, non si costruiscono”.

Un sito consolidato avrà anche un minor numero di bastoni e rocce sul terreno, il che significa una minore usura della base della tenda.     Ma controllate comunque prima di montare la tenda e spostate tutto ciò che potrebbe premere sul pavimento della tenda.

Usate un’impronta per la vostra tenda quando potete.    Anche questo contribuisce a danneggiare il pavimento della tenda.

Inoltre, in caso di pioggia, impedirà all’acqua di accumularsi sotto la tenda.

Suggerimento 2: curare la tenda quando la si utilizza

Può sembrare un po’ scontato, ma la cura di quando si entra e si esce dalla tenda è importante per far durare la tenda più a lungo!     Togliersi le scarpe prima di entrare (in questo modo lo sporco rimane all’esterno, anziché entrare con la biancheria da letto) è un consiglio semplice.

In campeggio, quando fa caldo, è facile lasciare fuori la tenda, ma la tenda aiuta a proteggere la tenda dai raggi ultravioletti, che possono causare il deterioramento del nylon. Quindi, se la vostra tenda è molto esposta al sole, pensate a mettere la vela.

Pulite la tenda prima di imballarla (una paletta e una scopa sono molto utili).  Eliminate subito l’erba e la sporcizia, invece di doverla affrontare la prossima volta che vi accampate.

E i pali in dotazione alla tenda: siate delicati. Montateli con cura, non limitatevi a lanciare quelli con la corda d’urto e lasciateli scattare in posizione.

Suggerimento 3: asciugare completamente

Le tende bagnate non vanno bene. Se la tenda è stata colpita dalla pioggia o ha subito una forte condensa, metterla via quando è bagnata significa che le muffe ameranno la vostra tenda!

Naturalmente, non potete restare in campeggio per giorni in attesa di un momento di sole per farla asciugare completamente, quindi l’unica alternativa possibile è quella di impacchettarla quando è bagnata.

Ma quando tornate a casa, per quanto fastidioso o doloroso, dovete disfare la tenda e metterla ad asciugare completamente. Questo può significare metterla in garage o sul prato sul retro o metterla in casa su degli stendini.

Se è abbastanza piccola, appendetela a uno stendino. Quando la tenda è completamente asciutta (sia all’interno che all’esterno), è il momento di metterla via!

Conclusioni:

La pulizia della tenda non è difficile. Seguite innanzitutto le linee guida del produttore per la pulizia.

Ma se avete perso le informazioni o non le avete ricevute, ecco alcuni piccoli consigli veloci per voi.

  • Montate la tenda in una giornata di sole e prendete un secchio d’acqua calda.
  • Verificate se l’acqua da sola è sufficiente per la pulizia; in caso contrario, usate un sapone neutro (non un detersivo) per strofinare l’interno e l’esterno della tenda.
  • Evitate la tentazione di usare detersivi per il bucato, candeggina e smacchiatori perché possono danneggiare la tenda e la sua capacità di respingere l’acqua.
  • Non mettere mai la tenda in lavatrice
  • I prodotti profumati per la pulizia possono attirare gli insetti, quindi non cercate di rendere la vostra tenda più profumata.
  • Risciacquare accuratamente con acqua pulita e lasciare asciugare completamente.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *